Radio Sciacca International

logo

Via Triolo
92019 Sciacca

Tel.

Responsabile: Accursio Puleo

inizio trasmissioni: 1983
fine trasmissioni:

Frequenze di trasmissione:

104,55 Via Triolo / Sciacca


Questa non è una delle circa 1.300 emittenti radiofoniche siciliane di cui con Francesco Maggio stiamo cercando di recuperare la memoria, questa per me è un’altra storia, una storia che mi appartiene più delle altre perché è quella della prima emittente di cui sono stato anche in parte proprietario. E invece no, presunzione a parte, questa è una storia come tante in quegli anni e in cui molti di voi si riconosceranno, nelle emozioni degli ancora minorenni protagonisti di quella avventura che per qualcuno di noi è stata l’inizio di un percorso non ancor a concluso.

Il nome e il marchio testimoniano che non si trattava di una de “I Centofiori“, ma per noi è stata di più… molto di più… soprattutto per Accursio Puleo che non dormiva la notte per il desiderio di avere una radio privata. E radio privata fu, ma nel vero senso della parola, per i primi mesi ci siamo dovuti privare anche del mixer… Radio Sciacca International nasce in un tardo sabato pomeriggio di inizio estate del 1983, ma la fase organizzativa inizia ben una settimana prima quando il Puleo contatta un palermitano di adozione, chi vi scrive, confessandogli il suo desiderio. Sì perché “il palermitano” pur avendo poco più di sedici anni faceva già la radio da almeno sei e da un po’ anche la televisione, perché conosceva le attrezzature e soprattutto poteva reperirle. Insomma, quasi un caso patologico. Come lui che da qualche giorno la radio la faceva già appoggiando un microfono senza fili, che aveva comprato dal mitico Ventimiglia, nella cassa del stereo della sua stanzetta e si faceva ascoltare in cucina dalla sorellina. Sembrerà una melensa storia d’altri tempi, ma quel pomeriggio io e Accursio rompendo i nostri salvadanai non riuscimmo a raggranellare quello che serviva per acquistare un KT430 della Play Kits, unica soluzione a bassissimo costo che consentì l’apertura in Italia di centinaia di piccole emittenti e che in paese stava dando buone soddisfazioni a Radio Quinto Piano. Ma ero sicuro che ce l’avrei fatta lo stesso, l’appuntamento era al sabato pomeriggio successivo, gli dissi di trovare un posto adeguato con un palo di qualche metro a non più di 10 metri dal trasmettitore. I ragazzi fecero un ottimo lavoro, erano addirittura riusciti a convincere il Parroco della Chiesa di San Michele a mettergli a disposizione il vano sotto il campanile della Chiesa, storico e fortunato per l’esperienza di Radio Sciacca Terme. Da quel posto con i nostri 2 watt avremmo spaccato il mondo, o almeno ci piaceva pensarlo. La settimana passò veloce, per loro in paese ad organizzare la logistica e per me in città a sbrigare la parte tecnica. Con l’anticipo di qualche paga e la bontà della MMP di via Simone Corleo riuscii ad acquistare il KT428, quello che la Play Kits chiamava “stazione completa, alimentatore, trasmettitore, antenna e 10 mt. di cavo con i connettori. E poi arrivò anche un lineare da 30 watt…..

…to be continued

Chiuse i battenti cedendo la sua frequenza a Radio Torre Ribera.


rsi

fonti: Siciliamedia

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.