Home > News > Tele Torre, quando Ribera aveva la sua tv

Tele Torre, quando Ribera aveva la sua tv

Tele Torre, nasce con la denominazione ufficiale di Radio Tele Torre Ribera un sabato pomeriggio del mese di maggio 1980. L’emittente riberese debutta con grande euforia sul ch. 24 dalla postazione dell’eremo di San Pellegrino a Caltabellotta, dove sopra il convento era stato costruito un casotto dentro cui c’erano gli impianti di trasmissione. Dopo diversi mesi per problemi tecnici il canale viene trasferito sul 46. La programmazione era tipica delle tv locali di quel periodo, film, telefilm e cartoni animati. Tra le produzioni locali ricordiamo il notiziario G.R.T andato avanti per diversi anni, una trasmissione di approfondimento sportivo Torre Sport e le telecronache del Ribera calcio. Spazio avevano anche gli incontri di carattere politico e trasmissioni di spettacolo – culturali tra le quali uno speciale con la cantautrice folk Rosa Balistreri.

Diverse sono state le produzioni che hanno riscontrato un notevole successo di pubblico, tra le tante ricordiamo una trasmissione di intrattenimento musicale e varietà “Studio 46” condotta da Aldo Cipolla.

Interessante è stata la trasmissione “Cose di casa nostra” condotta da Totò Castelli e Giovanna Quartararo. Una carrellata di fatti, misfatti, canti e tradizioni del popolo siciliano. Un viaggio attraverso l’anima siciliana per ricostruire pregi e difetti della gente siciliana. La trasmissione puntava i riflettori anche sulle tipiche feste che si svolgevano in Sicilia, e su argomenti di cronaca ed attualità.

Un’altra trasmissione di successo è stata il ”Vincitorre” condotto da Mariella Spagnolo e Giovanna Quartararo. Un gioco a premi con precise finalità didattiche al quale partecipavano gli alunni delle scuole medie dei vari paesi del circondario riberese. I concorrenti rispondevano a domande di cultura generale e quando si trovavano in difficoltà potevano chiedere aiuto ai propri concittadini, i quali potevano intervenire telefonicamente al quiz proposto. La trasmissione era arricchita anche di momenti di spettacolo e di una scheda filmata della storia passata e recente dei vari paesi che partecipavano.

“Spazio donna”, invece è stata una trasmissione di taglio socio-culturale dedicata al mondo femminile e condotta da Mirella Cudia. Tra i temi trattati le varie problematiche della donna siciliana. Il rapporto di coppia, il mondo del lavoro femminile, il ruolo della donna in famiglia. Al programma prendevano parte anche esperti del settore come psicologi, medici e sociologi.

Delle trasmissioni Cose di casa nostra, il Vincitorre e Spazio donna, visto il notevole riscontro di ascolto, nel 1981 si è occupato anche il settimanale Telesette dedicando tre articoli, facendo così guadagnare visibilità alle produzioni dell’emittente televisiva riberese.

Nella seconda metà degli anni 80 la struttura televisiva comincia ad accusare i primi colpi di decadenza, diversi problemi anche di natura economica complicano la gestione dell’emittente che chiude le trasmissioni nel 1992. Non fu utilmente collocata nella graduatoria per l’ottenimento della concessione governativa (richiesta con la denominazione RTR Teletorre), dove fu posizionata al 181° posto ricevendo punteggio esclusivamente per il progetto tecnologico e la qualità della programmazione, con conseguente decreto di rigetto ai sensi della legge 223/90. Al gruppo è stato recentemente dedicato anche un gruppo su facebook. (Francesco Maggio – Siciliamedia)

teletorre

Info Admin

In questo sito ci sono informazioni su tutte le Radio e TV attive in Sicilia, e su circa 400 TV e 1400 Radio scomparse.

Ti potrebbe interessare...

Ancora un lutto per l’emittenza agrigentina, è morto Paolo Punturello

A seguito di un male incurabile è morto all’età di 68 anni Paolo Punturello, di …

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.