Home > NEWS > TV – Sciopero dei lavoratori di Studio 98: incontro informale in Prefettura

TV – Sciopero dei lavoratori di Studio 98: incontro informale in Prefettura

Considerato il perdurare della mancata corresponsione delle spettanze mensili, raccolte le dichiarazioni dei lavoratori Nicolò Giangreco, Sergio Rizzo e Massimo Mattina, oramai impossibilitati ad andare avanti, la scrivente Organizzazione Sindacale, Cgil- Slc, tenuto conto della totale indisponibilità dell’azienda, proclama lo sciopero dei lavoratori di TRS 98 dal giorno 17 marzo  al giorno 25 marzo 2017 per l’intero turno di lavoro.

E questa mattina, al margine della conferenza stampa, svoltasi in Prefettura, sulle iniziative del Fai, i tre lavoratori hanno avuto un incontro informale con sua Eccellenza il Prefetto Nicola Diomede che, si riserva, a breve, un incontro tra le parti.

INTERVENTO ASSOSTAMPA – La Segreteria provinciale dell’Assostampa esprime la propria piena solidarietà alla redazione di Studio 98 , nelle persone di Nicolò Giangreco, Sergio Rizzo e Massimo Mattina, che già da 5 giorni e fino al prossimo 25 marzo si asterranno dal lavoro come forma di protesta contro il mancato pagamento degli stipendi. Una situazione che, come gli stessi lavoratori hanno spiegato alla Segreteria in un incontro svolto ieri mattina, è divenuta ormai insostenibile, con ben 2 anni di arretrati  e sostanzialmente nessuna prospettiva a breve termine avanzata dall’editore per il recupero dell’arretrato al netto di singoli e poco rilevanti acconti. Assostampa ha manifestato ai lavoratori iscritti all’Ordine dei Giornalisti la propria disponibilità ad un sostegno sindacale e legale.

“E’ tempo – dicono Gero Tedesco, Gioacchino Schicchi e Dario Broccio – che al centro del dibattito pubblico venga riportata l’allarmante situazione in cui vive gran parte dell’informazione locale. Una crisi gravissima che ha già prodotto effetti nefasti sui livelli occupazionali, con importanti professionalità che oggi hanno perso il proprio posto di lavoro. Il caso di Studio 98 è purtroppo in tal senso solo l’ultimo, ma non ultimo, tassello”.

INTERVENTO SAGI – Il sindacato SAGI è vicino ai colleghi di Studio 98 Tv che da molti mesi non ricevono più gli stipendi. “ Siamo consapevoli delle difficoltà economiche in cui si dibatte il gruppo societario proprietario dell’emittente televisiva, -dichiara il segretario nazionale del SAGI, Nino Randisi, ma ancora una volta non possono essere sempre i lavoratori a pagare il prezzo più alto”. “ La vertenza in atto– conclude Randisi, sarà seguita dalla sezione agrigentina del Sagi, che interverrà in tutte le sue fasi avendo come obiettivo il soddisfacimento delle legittime richieste dei giornalisti”.

Info webmaster

In questo sito ci sono informazioni su tutte le Radio e TV attive in Sicilia, e su circa 400 TV e 1400 Radio scomparse.

Ti potrebbe interessare...

E’ morto Franco Nulli: addio al papà di “Opinion leader”

Si è spento a 73 anni l’anima della trasmissione che ha cresciuto una generazione di …

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.